lunedì 3 dicembre 2012

un posto per la lavatrice


Tra qualche mese sarò costretta a cedere il mio miracoloso locale guardaroba, 9 mq indispensabili, per dare più spazio ad uno dei figli ! Il problema è: dove collocare la lavatrice senza deturpare il bagno?
Per fortuna oggi possiamo trovare ottime soluzioni senza bisogno di ricorrere a grandi interventi.
Vismaravetro, ad esempio, ha creato la linea Twin: un box doccia con due funzioni.




L'ingombro è quello di una vasca da bagno ma con due cabine e due usi.                                        
In una l'area doccia,  nell'altra la zona lavatrice con lo spazio utile per riporre detersivi e biancheria.



Esiste anche la possibilità di inserire la lavatrice in un mobile attrezzato con lavabo



Oppure creare un mobile separato tipo questo della collezione York di Cerasa



I fortunati che hanno molto spazio potranno anche optare per un intero armadio...


e per quelli che non vogliono rinunciare al lavello per i bucati a mano - e la lavatrice la vogliono proprio far vedere - ci viene in aiuto SMEG con la sua lavatrice disponibile in bianco, azzurro e nel sopra rappresentato rosa confetto. Non propriamente economica (supera i 1.000 €) ma sicuramente un elettrodomestico particolare.
Varie soluzioni quindi ... quando avrò il coraggio di separarmi dal mio amato guardaroba avrò l'imbarazzo della scelta











lunedì 19 novembre 2012

MILANO una città che ci regala grandi emozioni


Girando per Milano può capitare, con una certa frequenza, di rimanere incantati da luoghi, edifici o particolari inaspettati.

In via Serbelloni, ad esempio si incontra uno degli edifici Liberty più misteriosi ed affascinanti di Milano.
I meneghini doc lo chiamano la " Ca dell'oreggia ", al secolo Casa Sole Busca, dalla cui imponente facciata sporge, a lato del portone, un grande orecchio in marmo scolpito da Adolfo Wildt.




Si tratta di un bizzarro citofono (1930, uno dei primi a Milano) ora non più attivo, che metteva in comunicazione l'esterno con la portineria interna.


Continuando il nostro giro, un'altra tappa imperdibile riguarda Casa Galimberti, in via Malpighi 3.
Realizzata da Giovanni Battista Bossi tra il 1902 e il 1906, questo palazzo è una delle più originali opere del liberty milanese.





Incantevole la sua copertura fatta con piastrelle decorate in cui figure di donne e uomini sono immersi in glicini fioriti.


Quando invece ci capita di essere nei pressi di via Torino, Ale ed io passiamo sempre da via Spadari per ammirare le splendide ringhiere di Casa Ferrario ...






Se volete stupirvi ancora passate in via Cappuccini 8 per scoprire Palazzo Berri Meregalli.
Massimo esempio dello stile eclettico di cui fu campione Ulisse Arata, il palazzo sembra una casa dell'orrore, con quella facciata in cui elementi presi dagli stili rinascimentale, gotico e romanico si mischiano tra loro.
Lesene, archi in pietra, mosaici e animali mostruosi sovraffollano le mura di questa casa sorta tra il 1911 e il 1914.






Al centro dell'androne una bellissima scultura di Adolfo Wildt rappresenta la Vittoria alata.

E cosa dire se in una grigia giornata invernale, alzando lo sguardo, possiamo ammirare panorami come questo?


                    Ginkgo Biloba in piena fioritura autunnale...

... aspettando la neve 


sabato 17 novembre 2012

arredare con le carte da gioco

Quando si avvicinano le feste viene più voglia di giocare, e quindi oggi giochiamo con l'arredamento

Per i fortunati possessori di una sala per i giochi, o anche solo per chi ha voglia di un pezzo di arredamento alternativo, ci sono alcuni mobili in produzione dai quali possiamo prendere ispirazione



House of cards table - Mauricio Arruda

A la carte - Seletti 2011
lampada ace of spades - Anna Karnov

sgabello-portariviste Comequandofuoripiove di Mabele



Playing Card Table and Chair by Kaira d’or
specchi acquistabili su ebay
Le carte da gioco hanno sempre un loro fascino...

Oltre ad amare i giochi tradizionali con le carte (scala quaranta, canasta, burraco, bridge) ho sempre ammmirato i castelli di carte per l'abilità e l'impegno che bisogna profondere nella loro realizzazione, e ho scoperto le vere e proprie sculture di  Bryan Berg con autentico stupore:

camera da letto in un hotel, completamente realizzata con carte da gioco



Non per niente è il detentore del Guinness dei primati per i castelli di carte!

vogliamo cimentarci nell'impresa?

lunedì 12 novembre 2012

ecosostenibilità

Elettrodomestici eco sostenibili

Ecosostenibilità: questa è oggi la parola chiave per chi deve acquistare un nuovo elettrodomestico.
Ormai questa caratteristica è un fattore fondamentale perché in grado di contribuire notevolmente alla riduzione delle spese domestiche.

Un apparecchio di classe A+ o A++ costerà anche di più, ma ci farà rientrare dalle spese facendoci risparmiare sulle bollette, oltre ovviamente ad inquinare di meno...cosa che non va sottovalutata!

Inoltre in un prossimo futuro gli elettrodomestici potranno utilizzare l'energia solare per produrre direttamente elettricità. Per ora accontentiamoci di usare i pannelli solari per ridurre i consumi delle componenti elettroniche:
è quanto propone Hoover  con un nuovo elegantissimo frigo dotato di due cellule fotovoltaiche che integrano la normale alimentazione, riducendo del 40% il consumo giornaliero del display.

Se penso al mio vecchio frigo americano di 15 anni di età, rabbrividisco al pensiero di quanto il suo utilizzo sia 'pesante' sulla mia bolletta... probabilmente se comprassi un frigo nuovo in un paio di anni   ammortizzerei completamente la spesa!

In effetti ho da poco cambiato la mia vecchia lavatrice Bosch da 5 kg con una nuova LG classe A++ da 8 kg, riuscendo così a ridurre sensibilmente il numero dei lavaggi settimanali. Ogni lavaggio oltretutto consuma meno energia, meno acqua e necessita di una quantità inferiore di detersivo. E quindi anche io ho iniziato a risparmiare ed inquinare di meno.

Ma non possiamo dirci veramente verdi se non compriamo questa:

Ekokook, la cucina ecologica

la cucina Ekokook dei francesi Faltazi potrebbe essere infatti una vera scoperta per tutti gli ecologisti convinti.

In un corpo unico avremo una gestione dei rifiuti intelligente, metodi di cottura salutari, riduzione del consumo energetico e soluzioni funzionali per lo stoccaggio dei cibi. E' dotata di un lavandino con due sistemi di scarico, di cui uno per immagazzinare fino a 15 litri d’acqua pulita riciclabile al giorno (da utilizzare ad esempio per innaffiare le piante). I rifiuti solidi sono sminuzzati da un sistema meccanico che crea blocchi compressi da riciclare salvando spazio, e, udite udite,  un’intera famiglia di vermi è arruolata per trasformare i rifiuti organici in compost!

Fighissima! Ma devo dire che l'idea dei vermi in cucina mi pare un po' troppo spinta... che succederebbe nel caso si dessero alla fuga?!?


lunedì 5 novembre 2012

Resina

La RESINA: un materiale che ci offre infinite possibilità


Usata inizialmente come prodotto per gli stabilimenti industriali, la resina oggi e' diventata un must nel design dell'arredo d'interni.
Questo materiale si apre a nuovi spazi e nuovi confini, sia per quanto riguarda le nuove abitazioni, spazi espositivi e uffici, sia nell'ambito delle ristrutturazioni poiché si adatta alle situazioni più diverse.

Rapidità di posa e infinite varietà di personalizzazioni sono le sue caratteristiche più interessanti.



Se ad esempio il pavimento della nostra cucina ha fatto il suo tempo, possiamo utilizzare questo fantastico materiale: una giornata e la cucina ci sembrerà nuova!

venerdì 19 ottobre 2012

Bagni e bagni

In bagno lo spazio non è mai abbastanza


Tutte le volte che progettiamo un nuovo bagno è una lotta continua con i centimetri. Sarà che le case sono sempre più piccole e le esigenze sempre maggiori... 
Avere una vasca in bagno e non usarla è uno spreco, ma le vasche sono ormai  un lusso, sia per il tempo che ci si impiega per riempirle - i ritmi di oggi spesso consentono solo una doccia veloce -  sia per il costo  per il riscaldamento dell'acqua se abbiamo un boiler elettrico. E poi per una vasca ci vuole spazio, e se vogliamo fare un bel bagno rilassante non possiamo intrufolarci in un catino!

Per quello che riguarda i sanitari come i wc e i bidet ogni anno vengono sfornati nuovi modelli sempre più piccoli ed ergonomici (consigliata però  la tipica misura minima di 120 cm di spazio sulla parete se collocati in coppia). Vanno molto i sanitari appesi - ottimi per le maniache delle pulizie accurate -  per l'ingombro ridotto in profondità: fanno risparmiare spazio poiché sono attaccati al muro. Questa ambientazione a sinistra ha anche un pannello nascondi-tubi, una buona soluzione nel caso di adeguamento di un vecchio bagno: in questo caso le piastrelle eventualmente danneggiate dalla rimozione dei vecchi sanitari sono coperte dal pannello, e la nuova cassetta per il wc è integrata nello stesso. Dove lo spazio è ridottissimo si può (a malincuore) eliminare il bidet ed inserire una doccetta vicino al wc, già molto frequente nei bagni all'estero ma poco utilizzata da noi.


martedì 9 ottobre 2012

Un posto per i libri

I libri, grande fonte di ispirazione

Abbiamo una vera passione per i libri, e leggiamo un po' di tutto. Certo, ci sono gli e-book, ma la carta è un'altra cosa... L'odore della carta e dell'inchiostro nelle vecchie biblioteche ha un fascino antico, torno sempre col pensiero ai tempi in cui gli amanuensi copiavano con arte i manoscritti per tramandarli ai posteri.


Le copertine poi - quelle vecchie in pelle un po' consunte - mi fanno impazzire. E poi arredano!

Quindi l'ispirazione di oggi è: arrediamo con i libri!

martedì 2 ottobre 2012

Cucine moderne e antiche

Cucina bella e funzionale, o solo bella?

Ogni volta che vediamo un nuovo elettrodomestico ipertecnologico  siamo personalmente colte da un attacco di desiderio e dalla voglia di rifare le nostre cucine ex novo. Ad esempio la tv inglobata nel vano fra il piano e i pensili è fantastica...
vista all'ultimo salone del mobile (2012)

...anche perché quando è spenta vediamo soltanto un pannello a specchio, il che è molto chic.

Un altro oggetto del desiderio è la cantinetta-frigorifero per i vini: bellissima da vedere e costosissima da acquistare, nonché da riempire :-) 

http://www.zagreo.com/it/ip-industrie-c2501-armadio-vino/s/2022/
Il trend odierno nell'arredo cucina  prevede inoltre,

venerdì 28 settembre 2012

Conchiglie per ricordare l'estate

Decori estivi senza tempo

Come tutti gli anni l'autunno ci porta una vaga tristezza. Le giornate che si accorciano, le foglie che cadono, il freddo che avanza... tutto concorre nel creare un mood malinconico. Passeggiando durante l'ultimo week end di fine stagione marittima Antonella ha scattato queste foto alle vetrine del negozio Kose Rose di Forte dei Marmi, e l'estate sembra ancora vicina.

mercoledì 26 settembre 2012

Un pomeriggio dal Tappezziere

Antonio Crippa e le sue creazioni

Recentemente siamo state a trovare un caro amico, nonché abilissimo tappezziere.
L' Art Sofà di Antonio Crippa ha sede a Meda, in una delle zone più operose della Brianza. Qui prendono nuova vita vecchi divani e polverose poltrone, ma nascono anche nuovi progetti su disegno di architetti locali e milanesi.
Entrando nell'azienda il primo impatto visivo è multicolor:

Poi compaiono i fusti di sedie e divani, in attesa di prendere forma e colore

lunedì 24 settembre 2012

Vimini, che passione!

Il vimini in tutte le sue forme



A Forte dei Marmi (Lucca), in piazza Garibaldi 5 (la piazza del Fortino), rivive le tradizione del vimini in tutte le sue forme e nelle fogge e colori più disparati. Cesti per la biancheria, ciotole, sottopiatti, cestini decorativi portavaso, ce n'è per tutti i gusti e tutte le esigenze

lunedì 17 settembre 2012

Stampe antiche in cucina

Per dare un po' di sapore ad una cucina moderna, o per arricchire i muri di una cucina retrò, vi consigliamo di incorniciare vecchie piccole stampe a soggetto culinario con un passpartout soft o in colore contrastante. Potete trovarle nei negozi di stampe ma anche, con un po' di fortuna, nei mercatini di antiquariato.

Torte





domenica 16 settembre 2012

Mercatino dell'antiquariato

A Carimate, ogni terza domenica del mese

Situato al Torchio (le antiche stalle del Castello di Carimate) il mercatino dell'antiquariato di Carimate riserva spesso delle piacevoli sorprese

40 espositori circa, location suggestiva che si snoda sotto i portici delle vecchie scuderie e due cortili interni.
Si possono trovare pezzi di argenteria e gioielleria, vasi, merletti, vecchie borse e valigie - oggi erano in vendita diversi modelli di Gucci e Louis Vuitton originali - libri e cartoline d'epoca, sedie e divanetti dell'ottocento.

venerdì 14 settembre 2012

Recupero e ambientazione di un vecchio mobile

Semplice é bello

Sono tempi di vacche magre e il riciclo di vecchie cose può dare grandi soddisfazioni al nostro portafoglio, e a volte anche al nostro senso estetico. In questo caso stiamo parlando di un appartamentino da rinfrescare dopo anni di incuria, con l'intento di affittarlo a uso foresteria.
Casa anni settanta, all'ingresso triste corridoio cieco con un mucchio di spazio sprecato. Ho recuperato un precedente mobile insulso in legno massiccio inizi 900, gli ho dato una bella scartavetrata, due mani di cementite a distanza di 24 ore l'una dall'altra (dopo ogni mano bisogna dare una passata con la carta vetrata a grana fine), due mani di vernice all'acqua grigio chiarissimo (a distanza di 3/4 ore l'una dall'altra) poi ho spennellato il tutto con una mano di acrilico argentato. Per finire una bella mano di fissativo, e il mobile è pronto.

Proteggere la casa

Le grate di sicurezza


Le vacanze sono passate, e qualcuno al ritorno ha trovato una brutta sorpresa. I furti in appartamento sono aumentati moltissimo, anche per effetto della crisi. Soprattutto chi abita in ville o villette, o chi ha un appartamento al primo o all'ultimo piano nei condominii, può essere l'oggetto di attenzioni indesiderate.
Un deterrente ai furti è quello di adottare, oltre ai consueti sistemi di allarme, la blindatura dell'abitazione con la posa di grate di sicurezza per porte e finestre. Ovviamente, se si risiede in un condominio, bisognerà richiedere agli altri condomini il permesso per i lavori, allegando il relativo disegno della grata nel caso non sia già presente un modello condominiale prefissato. Più il disegno sarà bello e semplice, maggiori saranno le possibilità che venga accettato. Per gli edifici storici e gli edifici ricadenti in zona di vincolo ambientale bisognerà necessariamente presentare una Dia, anche solo per la sostituzione ove già presenti.
A parer mio non c'è nulla di più deprimente di una grata alle finestre: la sensazione di sentirsi in gabbia è quasi scontata.

giovedì 13 settembre 2012

Hackerare i mobili IKEA

Chi di noi non è mai stato all'IKEA? Personalmente trovo impossibile uscire dal negozio senza avere acquistato qualcosa, se non altro i tovaglioli di carta economicissimi dei quali faccio incetta ogni volta :).
Modificare i mobili e gli oggetti  IKEA per le più disparate esigenze può diventare un'arte.
Potete trovare qui  i migliori 'hack' che hanno vinto il relativo concorso nel 2011.

Trovo geniale l'utilizzo dei vasi quadrati e rettangolari a mo' di mattoni per il bagno qui sopra


Se invece vogliamo rendere unici, con un minimo sforzo ma un maggiore esborso, i pezzi IKEA da noi acquistati,

Testata letto fai-da-te


Dopo lunghe peregrinazioni alla ricerca di qualcosa di economico ma comodo ho trovato un giusto compromesso per la testata della mia camera da letto nella casa al mare.

Occorrenti:
  1. un bastone per tende in legno verniciato di bianco a poro aperto, acquistabile presso Leroy Merlin, abbinato ai due sostegni e ai due pomoli a forma di pigna (prezzo complessivo circa18 €)
  2. 2 cuscini futon acquistati al Coin (€ 25 cad)
  3. fettucce in tela doppia (io ho usato degli embraces per tenda forniti insieme a due tende bianche ikea che ho posizionato in un'altra stanza)
Prese le dovute misure, ho segato il bastone a cm 175 (avevo acquistato quello da 2 metri),  ho messo due tasselli per i supporti a cm 160 uno dall'altro (per centrare il letto che è largo appunto cm 160), e ho inserito i cuscini ai quali ho applicato le fettucce.
Per un effetto più gradevole si possono aggiungere dei grandi bottoni, blu o bianchi, alla chiusura (la mia è finta, è cucita per aumentarne la tenuta) delle fettucce.

Se invece volete creare